Vivara


Vai ai contenuti

Menu principale:


Attività educative e culturali

Storia: le vicende dell'associazione > I nostri primi 10 anni


Dal 2003 la nostra attività è letteralmente decollata con l’acquisizione di una sede prestigiosa: la Villa Scotto Pagliara a Procida. Di proprietà dei frati domenicani della Madonna dell’Arco, è dotata di vari ambienti su due piani, di un giardino e di una bellissima terrazza sul mare, avere questa sede ha significato per noi poter programmare le attività didattiche, quelle culturali e a iniziare la formazione di un museo naturalistico.

Nel dicembre 2005 l’Associazione predispone un Progetto di Laboratori didattici, rivolto agli studenti delle Scuole Elementari, Medie Inferiori e Superiori, per far conoscere al di fuori degli spazi tradizionali e delle forme classiche la realtà delle piccole isole. A tal fine è stato organizzato a Procida un incontro di presentazione dei laboratori di educazione ambientale, con la partecipazione della Dirigente Dott.ssa Rita Crisci del Servizio Educazione Permanente alla Pace, alla Legalità e ai Diritti della Regione Campania che ha illustrato le finalità e le agevolazioni della Legge Regionale 39/85.
Numerose classi dalle elementari all’Università sono state ospiti della nostra villa dove si sono organizzate lezioni principalmente di carattere naturalistico, proiezioni didattiche e veri e propri laboratori interattivi dove i ragazzi hanno partecipato divertendosi e arricchendosi. Tutti i relatori sono studiosi, docenti e ricercatori che hanno messo a disposizione la propria cultura per favorire lo svolgersi di questo programma dedicato all’educazione.
Il museo è in fase di allestimento ma già a buon punto, il neologismo “Natureo” creato in un primo momento non è stato ancora ufficializzato. Abbiamo però voluto creare nella villa un forte richiamo a Vivara così da diventare anche l’unico centro specializzato rivolto a quest’isola. Quattordici pannelli stampati su alluminio di dimensione 100x70 illustrano tutti gli aspetti dell’isola, dall’archeologia ai fondali marini, dalla fauna alla vegetazione; una vetrina con dei manufatti dei reperti archeologici, una collezione di conchiglie in sei vetrinette, una collezione di insetti, una geologica con le pietre dell’isola e una riproduzione perfetta dei rettili in resina completano il quadro di questo inizio di museo naturalistico nei nostri locali.
È in fase di preparazione un acquario e un erbario, e nella parte sud del giardino sono state piantate quasi tutte le specie vegetali presenti a Vivara. Inoltre è stata avviata la formazione di una biblioteca a carattere soprattutto naturalistico e isolano che conta già circa mille volumi, la biblioteca è consultabile ed è dotata di computer.
Nella villa si sono organizzate anche le seguenti mostre:
Dicembre 2004 :"Isole in mostra" un'esposizione  fotografica dedicata alle isole italiane a cui era abbinato un concorso.
Maggio 2005 : “Mirabilia Maris Nostri…il tuo viaggio tra le isole” una mostra fotografica sulle piccole isole italiane, con l’intento di mettere in luce il legame tra isole e letteratura. Questa mostra era inserita nell’ambito di Maggio dei monumenti.

Giugno 2005 : "Il mare dove finisce il dolore" Mostra fotografica e scientifico-divulgativa sul patrimonio naturalistico, paesaggistico e storico-archeologico della costa di Posillipo, in collaborazione con il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola.
Ottobre 2005 : "Procida: immagini e racconti dall’Africa" - proiezione di filmati, dibattiti e con una mostra fotografica di Patrizio Esposito, curatore di una sezione dei ritratti anonimi, conservati nel Museo Saharawi della Guerra e responsabile del progetto “Necessità dei volti” - in collaborazione con Ass. I.S.A. da Procida - CGIL Procida - Ass.Vivara - Scuola di Pace - Arci Napoli.
Dicembre 2005 : “Vivara ieri e oggi” una sconvolgente esposizione di foto in cui erano a confronto gli interni degli edifici di Vivara come erano nel 1991, all'epoca della gestione della Unione Trifoglio e come sono ancora oggi.
Lo scopo era di denunciarne lo stato di degrado.
Dicembre 2006 : "Le isole come erano" una mostra di cartoline e foto d’epoca delle isole del golfo di Napoli.
Oltre ai convegni e agli incontri su Vivara sopra riportati, la villa ci ha dato la possibilità di organizzare anche dei concerti sia di musica classica che di musica popolare e la manifestazione “Le isole si accendono” che è giunta alla quarta edizione, creando momenti per l'incontro di poeti locali e la recitazione di opere di grandi artisti moderni e del passato.



Torna ai contenuti | Torna al menu